/ / /

Oggi occorre sapere che un teologo, un prete, un papa, non appena aprono bocca a

pronunciare una frase, non solo sbagliano ma mentono... Le nozioni di aldilà, quella stessa

di anima, sono arnesi di tortura usando i quali il prete diventò padrone e padrone rimase... 

(F. Nietzsche)


Credo che ci siano due tipi di persone al mondo: quelle che hanno credenze mistiche, e quelle

che non ce l'hanno. Quest' ultime credono che la vita sia tutto ciò che abbiamo, e che

dobbiamo godercela e aiutare gli altri a godersela. Gli altri pensano che la vita futura sia più

importante di quella presente, e temo che faranno saltare in aria il mondo. (Harold Kroto,

premio Nobel per la chimica, 1996)


Quando i missionari vennero per la prima volta nella nostra terra, loro avevano le Bibbie e noi

avevamo la terra. Cinquant'anni dopo, noi avevamo le Bibbie e loro avevano la terra. 

(Jomo Kenyatta, presidente del Kenya)


Le religioni - sono loro stesse ad affermarlo - non si interessano della convinzione, ma della

fede, e non fanno uso di argomenti, ma di rivelazioni. Ora, gli anni dell'infanzia sono quelli in cui

è maggiore la disponibilità a credere; perciò si mira, anzitutto, a impadronirsi di quella tenera

età. E' in tal modo, assai più ancora che mediante minacce e racconti di miracoli, che mettono

radici le dottrine della fede. (A. Schopenhauer)


Io sono circondato da preti che ripetono incessantemente che il loro regno non è in questo

mondo, eppure allungano le mani su tutto quello che possono prendere. (N. Bonaparte)


Solo quando il mondo sarà diventato abbastanza onesto da non impartire lezioni di religione

ai ragazzi prima del quindicesimo anno di età ci si potrà aspettare qualche cosa da esso. 

(A. Schopenhauer)


Quando una verità è chiara è impossibile che ne nascano partiti e fazioni. (Voltaire)


Mediante il precoce indottrinamento, in Europa si è arrivati al punto che la credenza in un dio

personale è letteralmente diventata, in quasi tutti, un'idea fissa. (A. Schopenhauer)


La conoscenza è fatta di una materia più dura di quella della fede sicché, quando si urtano, è

la fede a spaccarsi. (A. Schopenhauer)


Le religioni sono come le lucciole, per splendere hanno bisogno delle tenebre. 

(A. Schopenauer)


Contro il panteismo io muovo una sola, importante obiezione: non dice nulla. Chiamare dio il

mondo non vuol dire spiegarlo; significa soltanto arricchire la lingua di un inutile sinonimo della

parola "mondo". (A. Schopenhauer)


La nostra ignoranza è Dio, quello che conosciamo è scienza. (Robert Green Ingersoll)


Catechismo. Una scelta di indovinelli teologici in cui dubbi universali ed eterni vengono risolti

con risposte limitate ed evasive. (A. Bierce)


Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle. (Voltaire)


Perché dovrei permettere a quel dio che dovette affogare i suoi figli, di dire a me come

crescere i miei figli? (R.G. Ingersoll)


Le regole religiose sono come gli elastici: ogni credente se le accomoda come meglio gli

aggrada. (F. Cucurachi)


Gli argomenti speculativi non spingono gli uomini a credere in un Dio: molti vi credono perché

non sanno liberarsi degli insegnamenti appresi nell'infanzia. (B. Russel)


Il pensiero della non esistenza di Dio non ha mai spaventato nessuno, ma è terrorizzante invece

pensare che ne esista uno come quello che mi hanno descritto. (D. Diderot)


Non esiste buon padre che voglia somigliare al nostro padre celeste. (D. Diderot)


Non ho niente contro le chiese, purché non s'impiccino dell'opera divina. (B. Atkinson)


È assai sorprendente che le ricchezze degli uomini di Chiesa si siano originate dai principi di

povertà. (Charles-Louis de Montesquieu)


Non sono le parti della Bibbia che non capisco quelle che mi preoccupano, ma quelle che

capisco. (M. Twain)


Chiedete ad un credente quali siano le sue letture, vi risponderà che dio esiste. (M. Fiumara)


Se una fabbrica paga le tasse e la Chiesa no, vuol dire che un giorno la Chiesa prenderà

possesso della fabbrica. (Lemuel Washburn)


Per quel che mi ricordo, non c'è una parola di lode all'intelligenza, nelle Sacre Scritture. 

(B. Russell)


L'idea di Dio ha un solo senso: inventare qualcuno con cui parlare quando non si ha più

nessuno a cui rivolgersi. (E. Cioran)


Quanto più l'uomo è religioso, tanto più crede; quanto più crede, tanto meno sa; quanto meno

sa, tanto è più ignorante; quanto è più ignorante, tanto è più governabile. (J. Most)


Se un filosofo è un uomo cieco, in una stanza buia, che cerca un gatto nero che non c’è, un

teologo è l’uomo che riesce a trovare quel gatto. (B. Russel)


Può darsi che dio esista, però è meglio non fidarsi. (A. Casiraghi)


La promessa dell'immortalità basta a mettere in piedi una religione. (E. Canetti)


Ciò che è affermato senza prova, può essere negato senza prova. (Euclide)


La divinità o vuol togliere i mali e non può, oppure può e non vuole o anche non vuole né può

o infine vuole e può. Se vuole e non può, è impotente; se può e non vuole, è invidiosa; se non

vuole e non può, è invidiosa e impotente; se vuole e può, donde viene l’esistenza dei mali e

perché non li toglie? (Epicuro)


Dio ha una sola scusa: quella di non esistere. (Stendhal)


L’impazienza di Dio nel pubblicare il mondo non finisce di sbalordirmi. Cose così si tengono

nel cassetto per sempre. (G. Bufalino)


Dio è un’ipotesi che non mi occorre. (Pierre Simon de Laplace)


Niente può rendere popolari i preti tranne una certa persecuzione. (J. Swift)


Togliete a un cristiano la paura dell'inferno e gli avrete tolto la fede. (D. Diderot)


Come si è potuti riuscire a persuadere esseri ragionevoli che la cosa più incomprensibile era

per essi la più essenziale? Perché sono stati fortemente terrorizzati; perché, quando si ha paura,

si cessa di ragionare. (Paul-Henri Thiry d’Holbach)


I preti sostengono la religione perché la religione li sostenta. (P. Rée)


“Fede” significa non voler sapere quel che è vero. (F. Nietzsche)


Dio è una risposta grossolana, una indelicatezza verso noi pensatori, in fondo è solo un

grossolano divieto che ci vien fatto: non dovete pensare! (F. Nietzsche)


Io non so se Roma pagana gettò più uomini alle belve che Roma cristiana al rogo.

(L. Settembrini)

Condividi pagina

Repost 0
Published by

SCUSATE PER LA PUBBLICITA' MA I PAGLIACCI DI OVER-BLOG 

SI RITENGONO LIBERI DI FARE QUELLO CHE VOGLIONO,

IN DEROGA ALLE REGOLE PRESTABILITE.


IL MIO NUOVO BLOG "LA TALPA E LA CIVETTA" LO TROVATE

LINKATO NELLA MIA BIO

 

 

 

 

 

“Quando considero la breve durata della mia vita, sommersa nell’eternità 

che la precede e la segue, il piccolo spazio che occupo e financo che vedo, 

inabissato nell’infinita immensità degli spazi che ignoro e che m’ignorano, 

io mi spavento e stupisco di trovarmi qui piuttosto che là, non essendoci 

nessuna ragione perchè sia qui piuttosto che là, oggi piuttosto che domani. 

Chi mi ci ha messo? Per ordine e per opera di chi questo luogo e questo 

tempo furon destinati a me?"


(da Pensieri, Blaise Pascal)

 

 

 

All rights reserved

Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons: se riprodotti altrove integralmente, i suoi contenuti dovranno essere attribuiti inserendo esclusivamente un link all' originale. Se riprodotti in parte, dovranno essere attribuiti specificando il nome dell’autore ed il nome del blog.

Vieni a trovarmi anche su:

 La talpa e la civetta

Tutti gli uomini nascono aristotelici o platonici: le opinioni e le interpretazioni difficilmente interesseranno i primi, i fatti e le dimostrazioni non convinceranno mai i secondi.
(Conversazione a tavola di S.T. Coleridge).

 

Ma se i buoi, i cavalli e i leoni avessero mani o potessero dipingere e compiere quelle opere che gli uomini compiono cone le mani i cavalli dipingerebbero immagini degli Dèi simili ai cavalli, i buoi simili ai buoi, e plasmerebbero i corpi degli degli Dei simili all'aspetto che ha ciascuno di essi.                                 (Senofane)

 

Non cesseremo di esplorare 
E alla fine di tutto il nostro esplorare 
Arriveremo al punto di partenza 
E conosceremo il luogo per la prima volta.

                               (Little Gidding di T.S.Eliot)

 

 

Ho attraversato i continenti 
Per vedere il più alto dei mondi 
Ho speso una fortuna
Per navigare sui sette mari
E non avevo avuto il tempo di notare 
A due passi dalla porta di casa 
Una goccia di rugiada su un filo d’erba.

                                    (Rabindranath Tagore)

Categorie